Si fa presto a dire Prosecco!

Il Prosecco è ovunque, ma non tutto è della stessa qualità. Ne abbiamo parlato con uno dei nostri Partner, produttore di vini d'eccellenza: Francesco Borghi.

Il Prosecco si trova ovunque, ma non tutto è della stessa qualità. Ne abbiamo parlato con uno dei nostri Partner, produttore di vini d’eccellenza: Francesco Borghi.

Quando si parla di Prosecco, andiamo a toccare un’autentica eccellenza italiana. Non è però così facile districarsi tra le denominazioni e le caratteristiche di uno dei brand italiani più famosi del mondo.

Tantissimi marchi portano con orgoglio il nome di Prosecco, ma non sempre la qualità è la stessa… come fare a scegliere il meglio?

Ne abbiamo parlato con Francesco Borghi, titolare di una delle aziende più interessanti della zona più prestigiosa del Prosecco storico: Prosecco Fato 1734.

Ci sono tante varianti all’interno di questa famosissima definizione. Ci puoi dire qualcosa sul Prosecco e la sua storia?

“Lo scudetto del Consorzio che tutela la nostra denominazione reca una data: 1876. Questo per dire che quando si parla di Prosecco, stiamo raccontando una storia che parte da lontano.

Nel 1969 viene riconosciuta per la prima volta in Italia la zona di produzione del Prosecco Superiore di Conegliano – Valdobbiadene. Nel 2019 cadono i 50 anni della Denominazione promossa, nel 2009, a DOCG, ovvero Denominazione di Origine Controllata e Garantita, che indica il massimo livello qualitativo italiano.

Col tempo le denominazioni sono aumentate. Oggi sono, per ordine di importanza:

• Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, con all’interno la microzona del “Cartizze” con denominazione “Valdobbiadene Superiore di Cartizze DOCG”.

Si tratta di vigneti in zona collinare, in provincia di Treviso, sulla riva sinistra del Piave, che si distinguono per una coltivazione in gran parte manuale e un’elevatissima biodiversità.

• Asolo Prosecco Superiore DOCG. Questi vigneti si trovano solo in provincia di Treviso, misti collina-pianura, sulla riva destra del Piave. Li caratterizza una coltivazione mista e un’elevata biodiversità.

• Prosecco DOC. Questi vigneti si trovano in tutto il Veneto e nel Friuli. Sono vigneti al 100% meccanizzati con una coltivazione di tipo industriale. La vendemmia prevalentemente meccanizzata e il tipo di coltivazione li rende adatti a una produzione massiva”.

Ordina subito Prosecco Fato 1734: contatta il nostro Partner!

L’area di Valdobbiadene è considerata il cuore della zona del Prosecco. Come mai?

“Il nostro territorio è uno straordinario susseguirsi di colline caratterizzate da un fitto meandro di valli, creste, di porzioni coltivate e di boschi.

A rendere unico il nostro paesaggio è la rara combinazione tra realtà geologica e attività umana e che ha pochi paragoni al di fuori di questa zona. Non per niente UNESCO ha deciso di inserirle nei siti da loro tutelati.

Il risultato? Un clima ideale per la coltivazione del nostro vitigno che ama un giusto equilibrio tra temperature, anche con forti escursioni, piovosità, ventilazione.

Per queste ragioni il nostro vitigno esprime nel grappolo i migliori profumi ed aromi, sintesi del benessere della pianta e dell’ambiente in cui vive”.

Cosa intendi quando parli di vigneti eroici?

“Quando attendi il filo d’aria per prendere fiato, il sudore è inarrestabile, e hai di fronte la parete di terra che sostiene le viti.

Quando senza alzare gli occhi vivi costantemente il paesaggio sentendoti parte di esso.

Se ogni giorno quello che ti circonda continua ad emozionarti; se ogni giorno senti che la passione si rinnova, allora sei pronto ad affrontarlo.

Il vigneto eroico vive in simbiosi con l’eroe che lo affronta, lo ama, lo coccola ricevendo in cambio continue emozioni e bellezza.

Si parla di una pendenza del 60%, lavorata in modo totalmente manuale, con scarponi e ramponi. La fatica è pari alla soddisfazione: inferno e paradiso…

Da che percorso nasce una bottiglia di Prosecco Superiore Fato 1734 DOCG Valdobbiadene?

“Il nostro spumante nasce dal desiderio di tornare alle origini e liberare quelle sensazioni di piacere e benessere che cerchiamo tutti.

Si parte ovviamente da un territorio altamente vocato con un microclima perfetto per il Glera (vitigno) e dalla sua gestione (plastic free, OGM free, sviluppo sostenibile, tesaurizzazione acqua piovana).

Prevalentemente posti su terrazze, i filari godono di esposizioni ai quattro punti cardinali, a diverse altitudini, con terreni di diversissimo impasto, rocce comprese, tanto da generare profumi e aromi ineguagliabili.

Versanti esposti in diversa maniera al sole, al vento, alla pioggia, alle escursioni termiche, all’ossigeno, al secco, all’umidità, alla circostante biodiversità sempre diversa. Le lavorazioni sono prevalentemente manuali.

Per quanto riguarda la cantina, FATO 1734 è realizzato solo con le nostre uve: uno spumante assolutamente identitario, specchio del nostro territorio”.

Ordina subito Prosecco Fato 1734: contatta il nostro Partner!

Un argomento spesso trascurato: il tappo…

“Proprio così! Sai quanti vini di livello vengono penalizzati da una scelta sbagliata del tappo? Siamo nell’ordine delle migliaia. Sui tappi non si può risparmiare, mai.

La nostra scelta è caduta su un Amorim Cork realizzato con autentico sughero portoghese, tra i migliori disponibili sul mercato.

Una scelta del genere, ovviamente, non è a risparmio, ma garantisce la qualità del prodotto”.

Quali sono i punti di forza della tua azienda?

“Trasparenza, passione, rigore, assoluto rispetto per l’ambiente e la pretesa che i nostri clienti si sentano completamente a loro agio con il nostro prodotto, sia (naturalmente) dal punto di vista del gusto che di tutti gli altri fattori: qualità, sostenibilità, attenzione al territorio.”

Due parole sulla tua storia: le tue passioni, interessi…

“Fin da piccolo la terra mi ha affascinato. A casa ho sempre avuto un fazzoletto di terra su cui sperimentavo le coltivazioni tradizionali. Osservare la meraviglia della natura e la progressiva crescita dei semi e delle piante era ed è uno spettacolo che mi commuove.

Come nasce l’idea di iniziare a lavorare nel settore vinicolo?

A metà degli anni 80 ho incaricato un mio amico mediatore di scovare un posto in collina alto, ben esposto, emozionante.

Ero stato così chiaro che non mi ha mostrato nulla per cinque anni. Un giorno mi chiama e mi dice che ha trovato quello che volevo.

Fissiamo subito l’appuntamento e mi porta in cima ad una collina, lasciamo le macchine lungo la strada e a piedi ci inoltriamo all’interno di una boscaglia che custodiva una meraviglia.

Una volta entrati ho sentito che era quello che cercavo, nonostante fosse una giungla, causata dall’abbandono ventennale di tutta la proprietà.

Da allora è iniziata la grande avventura di Borgo Schiavin, un angolo di mondo totalmente aggredito dalla vegetazione che ho riportato alla vita”.

Ci puoi presentare il tuo prodotto di punta?

Fato 1734 è un raffinatissimo Spumante di Prosecco Superiore DOCG Conegliano -Valdobbiadene Millesimato, Extra Dry, prodotto solo ed esclusivamente con le uve della nostra azienda agricola.

Viene offerto nei due formati da 0,75 e Magnum da lt 1,5 con confezione singola, annata 2018, serie numerata da 1 a 500 celebrativa dell’entrata della nostra azienda nelle tutele dell’UNESCO. Ne abbiamo solo 200!

La fascetta “VALORITALIA”, presente su ogni bottiglia, certifica che tutti i protocolli sono stati rispettati. È un buon indice di qualità, visto che tale fascetta viene concessa solamente dopo una serie rigorosa di analisi e ispezioni”.

Una parola su di noi: come hai conosciuto SmanApp? Come mai hai deciso di diventare nostro partner?

“Verso la fine di maggio ho ricevuto una telefonata dal una vostra collaboratrice, con la quale sono entrato in sintonia.

La proposta che mi veniva sottoposta mi pareva interessante e conveniente per cui ho deciso di aderire.

Il mio obiettivo è quello di seguire più da vicino attività di marketing che mi facciano conoscere e che possano informare il cliente sulla mia esistenza.

Ho parlato anche con altri colleghi, che mi hanno confermato l’importanza di intraprendere iniziative online, specie in questa fase post-covid”.

Leggi anche:

Ringraziamo Francesco Borghi per averci donato il suo entusiasmo e la sua competenza sul tema del Prosecco, e invitiamo tutti i nostri lettori a degustare il suo splendido Prosecco Fato 1734, ordinandolo sul suo sito (link).

Ordina subito Prosecco Fato 1734: contatta il nostro Partner!

Cerchi un professionista esperto? Trova nelle tue immediate vicinanze medici, avvocati, carrozzerie, noleggio auto e bici, ristoranti e molto, molto altro tra i Partner d’eccellenza di SmanApp!

SmanApp: chi cerca trova!

Titolo
Si fa presto a dire Prosecc
Nome
Si fa presto a dire Prosecc
Descrizione
Il Prosecco è ovunque, ma non tutto è della stessa qualità. Ne abbiamo parlato con uno dei nostri Partner, produttore di vini d'eccellenza: Francesco Borghi.
Autore
Azienda
SmanApp
Logo
Se ti è piaciuto, condividilo!