Furti di biciclette: 15 regole per evitarli

Tra le disavventure che possono capitare agli appassionati delle due ruote, i furti sono tra i più spiacevoli. Vediamo come cercare di evitarli.

Tra le disavventure che possono capitare agli appassionati delle due ruote, i furti sono tra i più spiacevoli. Vediamo come cercare di evitarli.

Era tanto bella, la mia bici bordeaux nuova fiammante con cui andavo da casa a scuola a 16 anni.

Peccato che sia durata pochissimo, a differenza della storica, immortale mountain bike di quando ero bambino.

Andò così: due settimane dopo averla ricevuta in regalo, l’avevo assicurata come sempre con la catena a una transenna fissa davanti alla porta del liceo.

All’uscita non trovai più né la bici, né la catena, né la sbarra della transenna: per portarmela via il ladro l’aveva segata di netto.

Me lo sono chiesto tante volte: come avrei potuto evitarlo? Difficile dirlo… Però, dopo aver fatto qualche ricerca, ho messo in fila le regole base per cercare, almeno, di limitare il rischio.

1. Raddoppia l’antifurto

Se, purtroppo, non esiste l’antifurto perfetto, unirne due di tipologie diverse può sensibilmente diminuire il rischio di furti.

2. Usa il GPS

Per esempio, usando sia una catena che un U-Lock. Infatti, rompere un U-Lock (specie se a bloster stretto) è molto difficile, e le sue dimensioni consentono di legare il telaio della bici a un palo. La catena invece servirà a unire le altre parti della bici tra loro.

I nuovi antifurto con GPS integrato possono essere molto utili per geolocalizzare la bici dopo che ti è stata rubata. Ovviamente, sarà compito della polizia andare a recuperarla: evita di andare da solo alla resa dei conti con il ladurncolo!

3. La bici che urla

Potresti pensare anche a un antifurto sonoro, magari integrato con tutto il resto: è sempre un buon deterrente.

4. Lega il telaio

Un errore comune è quello di legare la ruota: devi legare sempre il telaio alla rastrelliera o a un palo.

5. A cosa la stai legando?

Il furto che ho subito sarebbe stato più difficile se avessi legato la bicicletta al palo verticale della transenna, ben più solido della barra centrale.

Accertati sempre della solidità del supporto a cui stai assicurando la tua bici… e che sia bloccato in cima! Per esempio, un bell’albero solido, un segnale stradale o un lampione.

6. Tutto si lega

Attenzione ai furti di singole parti del mezzo: lega insieme ruota anteriore, posteriore, telaio e sella. Per questo serve più di un antifurto: per collegarli tra loro, evitando di ritorvare, ben attaccato alla rrastrelliera, il solo telaio.

7. Una rastrelliera per amica

Se puoi, ovviamente, il consiglio è di portare la bici con te in casa o in ufficio.,. ma non sempre è possibile. Se devi parcheggiare all’esterno, le rastrelliere – specie se recenti – sono la soluzione migliore, visto che attualmente vengono progettate per rendere la vita difficile ai ladri.

8. Cerca la telecamera

Sempre meglio parcheggiare in luoghi illuminati e frequentati, ma, soprattutto, cerca di identificare le telecamere (di solito nei pressi di banche e uffici): una bici parcheggiata a tiro di una telecamera ben visibile è una preda molto meno allettante!

9. Un parcheggio per te

In alcune città esistono dei parcheggi e dei depositi riservati alle bici. Scopri se esistono anche nella tua zona.

10. Rendila riconoscibile

Oltre che per ritrovarla più facilmente, la personalizzazione della bici è anche un deterrente. Decorazioni, adesivi e simili, per quanto siano rimuovibili, sono comunque un piccolo deterrente.

Ancora meglio, registrare la bici al Registro Italiano Bici, una sorta di anagrafe gratuita e nazionale.

In alcune città è inoltre possibile annotare il numero di serie o di telaio in una speciale tessera che contiene tutte le informazioni utili a risalire al tuo mezzo se dovesse malauguratamente essere trafugato.

11. Cura la tua bici

In molti pensano che più una bici è scassata, malridotta e trascurata, meno il ladro vorrà rubarla. La realtà è proprio l’opposto: una bici del genere è del tutto anonima e può far pensare che sia stata abbandonata, generando nel ladro l’idea che nessuno si metterà a cercarla.

12. Documenta tutto!

Fai foto della bici sia in genere che in dettaglio, per poterle accludere a eventuali denunce e farle girare su forum e pagine apposite. Faciliterà la ricerca del maltolto e ti permetterà di poterla rivendicare facilmente come tua.

13. Evita alcuni modelli

I modelli con ruota e sella a sgancio rapido sono piuttosto facili da smontare, e questo rende più semplice furti di parti singole.

14. Non essere abitudinario

Cerca di non legare la bici sempre nello stesso posto. Se un ladro l’ha adocchiata e sa facilmente dove trovarla, avrà la vita più semplice. E noi non vogliamo che sia così, giusto?

15. Tutte insieme appassionatamente

Ti manca lo spazio in casa e non vuoi proprio lasciarla all’esterno la notte (giustamente)? L’alternativa di solito è la cantina condominiale, o un cortile interno.

Per evitare furti anche in questo contesto apparentemente più protetto, la soluzione migliore è legare insieme tra di loro tutte le bici di famiglia.

Un ladro difficilmente avrà il tempo per dedicarsi sul posto allo scassinamento, e non potrà fisicamente portarle via tutte.

Fonti di riferimento

Leggi anche:

Vuoi comprare una nuova bici? Ti servono degli accessori, per esempio un antifurto di ultima generazione? Rivolgiti a uno dei nostri Partner d’eccellenza nella categoria “Negozi bici“!

Se ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *