Moto e sicurezza in strada: appuntamento a Pereto

Il 20 settembre si terrà a Pereto (AQ) il Convegno Internazionale sulla sicurezza stradale dei motociclisti. Un’occasione per fare il punto sui rischi e le soluzioni possibili.

Il 20 settembre si terrà a Pereto (AQ) il Convegno Internazionale sulla sicurezza stradale dei motociclisti. Un’occasione per fare il punto sui rischi e le soluzioni possibili.

Quando si parla di sicurezza stradale, di solito la discussione verte sulla difficile convivenza tra pedoni, ciclisti e automobilisti.

Il ruolo dei motociclisti in tutto questo è spesso dimenticato, ma è parte integrante del problema, con delle specificità legate alle particolarità del mezzo.

Sicurezza e moto: rischi e soluzioni

Purtroppo, infatti, il numero di motociclisti che vengono coinvolti in incidenti stradali è in continuo aumento sulle strade italiane.

Si è così reso sempre più necessario analizzare i problemi legati alla sicurezza dei motociclisti, alla ricerca di soluzioni.

In questa direzione si muove il Convegno Internazionale sulla Sicurezza Stradale dei Motociclisti AISICO S.r.l. che si terrà il 20 settembre all’AISICO Test House & Lab di Pereto (Aquila) in collaborazione con ERF (European Union Road Federation).

L’obiettivo principale del convegno è, come facilmente intuibile, studiare i problemi legati alla sicurezza stradale dei motociclisti.

I dati del rischio in strada

Infatti, purtroppo, da un rapporto del 2017 dell’ACI/ISTAT, il rischio per un motociclista di essere coinvolto in un incidente stradale è ben 35 volte superiore a un automobilista.

Inoltre, con una percentuale di decessi pari all’11,9%, la moto si trova al primo posto tra le categorie più a rischio sulla strada.

Il convegno, che segue altri eventi del genere tenutisi in varie parti d’Italia, è organizzato da AISICO, nete che opera da più di trent’anni nel campo della sicurezza stradale.

Conta anche sul patrocinio di alcune delle più importanti associazioni di settore, come FEMA (Federation of European Motorcyclists Associations), FIM Europe (European Motorcycling Union), AMI (Associazione Motociclisti Incolumi) e IPS (I Professionisti della Sicurezza).

Il Convegno del 20

Il luogo del convegno è un’aerea di 76000 metri quadri con quattro superfici d’impatto per effettuare prove di crash e altre prove sul posto, per poter verificare e analizzare i rischi dei vari tipi d’impatto possibili.

Ci sarà un’attenzione particolare all’installazione di dispositivi “salva motociclisti” (DMS), all’analisi degli standard attuali e dei possibili miglioramenti, alle dinamiche in caso di incidente, dal punto di vista sanitario e biomeccanico, e al tipo di protezione adatta a ridurre il rischio in caso di impatto laterale.

L’invito può essere richiesto entro il 10 settembre alla responsabile Marketing and Communication di AISICO Roberta Zingaretti.

L’ingresso al convegno è gratuito.

Fonte di riferimento:

Leggi anche:

Quando sali a bordo della tua moto, ricorda di attivare SmanApp, per ricevere utili segnalazioni della presenza in strada di gruppi di runner o ciclisti, evitando così imprevisti e distrazioni.

SmanApp: la sicurezza a portata di click!

Se ti è piaciuto, condividilo!