Correre di mattina: 10 segreti per farlo

Correre di mattina, per come sono fatto io, sembrava davvero impossibile ma, grazie a questi consigli, ci sono riuscito!

Correre di mattina, per come sono fatto io, sembrava davvero impossibile ma, grazie a questi consigli, ci sono riuscito!

Correre di mattina.

L’ho sempre creduto impossibile, vi giuro. Ma per fortuna molte delle cose che riteniamo impossibili sono solamente questione d’abitudine.

Del resto, la mattina è l’unico momento in cui avevo un po’ di tempo per allenarmi, così la scelta è stata inevitabile.

La parte difficile? Costruire l’abitudine, appunto.

All’inizio è davvero dura, specie per chi, come me, tende a fare tardi la notte.

Infatti, diventare un runner mattutino parte necessariamente da una buona notte di sonno… che è, per l’appunto, il punto 1 di questo decalogo.

1. Dormi bene

Per garantirsi una notte di sonno davvero efficace, ho seguito questi consigli, tratti dalla American Sleep Association (sì, esiste davvero!):

Vai sempre a letto alla stessa ora.

Evita i sonnellini pomeridiani.

Evita Tv, computer e cellulare a partire da un’ora prima di dormire.

Evita caffè e alcolici almeno tre ore prima di dormire.

Rilassati prima di sdraiarti con un bagno caldo, un po’ di yoga, un momento di meditazione, musica rilassante o un buon libro (anche se alcuni sconsigliano la lettura, io mi rilasso solo così!)

Dormi in un ambiente comodo e silenzioso.

2. Dormi con gli abiti da running

Vuoi davvero essere motivato per la corsa mattutina? Vai a dormire già vestito in perfetto outfit da corsa, in modo da “essere un runner” appena apri gli occhi… e tieni le scarpe ai piedi del letto!

Sembra un po’ bizzarro, in effetti, ma è un trucco molto frequente tra chi corre di mattina.

Ovviamente, non devono essere gli abiti del giorno prima: indossa per dormire solo vestiti freschi di bucato!

3. Se non vuoi dormirci, prepararli la sera prima

Se l’idea di dormire vestito da corridore non ti convince, fai in modo che comunque gli abiti siano ben visibili, appesi proprio accanto al letto.

In alternativa, se hai paura di svegliare la tua compagna o il tuo compagno, tienili in bagno.

4. Indossa un cappello

Anche se di solito non lo fai, se corri la mattina può essere una buona idea per non perdere tempo (e motivazione) a pettinarti.

5. Metti la sveglia fuori portata

Un trucco classico per chi tende a rigirarsi nel letto e ricominciare a dormire: fai in modo da doverti alzare per spegnere la sveglia.

Quando sei già in piedi, ritornare alla posizione orizzontale è un po’ più difficile.

6. Pianifica il percorso, cambiandolo sempre

Se non sei un tipo da corsa mattutina, la cosa peggiore da fare è percorrere sempre la stessa strada, unendo al sonno la noia.

Scegli il tuo percorso la sera prima, ponendoti un obiettivo (per esempio, vedere un monumento, conquistare una collina…).

7. Trova un compagno

Se hai fissato con qualcuno per correre insieme, mancare l’appuntamento sarà decisamente più difficile e imbarazzante.

Se corri con qualcuno, la paura di tirargli il classico “bidone” sarà un ottimo incentivo a svegliarsi.

8. Mangia qualcosa

Correre a stomaco vuoto non è mai una buona idea. Appena sveglio hai bisogno di una buona carica di energia, se vuoi evitare fatica, dolori muscolari, debolezza.

Recupera qualche alimento sano ed energetico (per esempio una banana o una barretta per sportivi), e… parti!

9. Idratati

Dopo sette/otto ore di sonno, il corpo deve essere reidratato: correre senza bere qualcosa è un errore molto grave.

Bevi un paio di bicchieri d’acqua e un caffè, ricordando però che tutto questo avrà un effetto diuretico: nella programmazione del percorso tieni conto di questo, prevedendo dei punti bagno.

10. Indossa abiti riflettenti

Un cenno alla sicurezza: correre presto la mattina, specie d’inverno, significa poca luce.

Gli abiti riflettenti (cappelli, gilè, giacche, scarpe) ti rendono visibile alle automobili.

In più, quando corri di mattina non lasciare mai a casa il cellulare… e ricordati di attivare SmanApp per segnalare la tua presenza agli altri utenti della strada!

Leggi anche:

Fonte di riferimento:

Quando ti alleni, che sia l’alba o il tramonto, ricordati di attivare SmanApp, in modo da segnalare la tua presenza in strada agli automobilisti, evitando così incidenti e distrazioni.

SmanApp: missione sicurezza!

Se ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *