Il Partner della Settimana: Roberto Cannataro, il piacere della nutrizione

Il piacere di una nutrizione sana ed equilibrata. Questa autentica passione per Roberto Cannataro è diventata una professione.

Punto di riferimento per chi cerca esperti nella nutrizione a Cosenza, il Dott. Cannataro è un professionista sempre aggiornato ed entusiasta.

Roberto Cannataro è un nutrizionista di Cosenza con un’attenzione particolare all’aspetto della formazione, che lo ha portato anche a parlare a congressi di specialisti nel campo della nutrizione di varie parti del mondo.

Unisce una grande professionalità a un approccio molto empatico nei confronti del paziente.

Abbiamo fatto qualche domanda a Roberto, ed ecco le sue risposte.

Come si diventa nutrizionista? Due parole sulla sua storia e sul suo percorso di formazione.

“La mia storia è un pò particolare: posso dire di essere stato il primo paziente di me stesso, in quanto da ragazzino, fino ai 16 anni, ero abbastanza sovrappeso.

In seguito è diventato il mio lavoro, ma in effetti la scienza in generale e la nutrizione in particolare mi hanno sempre appassionato. Ho la fortuna e il privilegio di aver fatto di una mia passione la mia professione!”

Ha partecipato a numerosi eventi del settore, come relatore e docente. Qualche esempio?

“Sì, la formazione e la divulagazione mi stanno particolarmente a cuore: sono ormai tanti gli eventi a cui ho partecipato in oltre 20 anni di profesione.

Sono direttore di un master di nutrizione ed integrazione nello sport, sarò a breve speaker al congresso della American Society of Nutrition (Baltimora) e della European College of Sport Science (Praga).

Ricordo in particolare un congresso a Tokyo con argomento il latte umano e le slides tradotte in giapponese: mi fece un effetto stranissimo!”

Quanto è importante la personalizzazione nella sua professione?

“Per quanto mi riguarda è fondamentale, mi piace vedere la dieta come un abito sartoriale.

Deve essere cucito su misura, è unico per ognuno di noi; dunque non c’è una dieta che va bene per tutti, anzi è la dieta che deve adattarsi a chi la segue e non il contrario.

Infine, il percorso deve essere piacevole: non si fa una dieta a riso in bianco e un cucchiaino d’olio!”

Spesso ci si rivolge al nutrizionista solo per problemi di sovrappeso. È giusto?

“Assolutamente no! In generale bisognerebbe creare un percorso di formazione per una nutrizione adeguata e salutare.

In più, occupandomi spesso di sportivi, anche professionisti, l’obiettivo è migliorare la performance, il che a volte significa anche aumentare di peso, ovviamente muscoli e non grasso!”

Quanto è importante nella sua professione la comunicazione social?

“Lo diventa sempre di più, nel bene e nel male ormai i social sono una vetrina.

L’importante è comunque avere sostanza, ma bisogna anche saperla comunicare a chi ci cerca”.

Un consiglio per i lettori del nostro blog?

“Vedere la dieta come uno stile di vita.

Qualsiasi sia l’obiettivo, dimagrire, aumentare di massa muscolare, correre più veloce, saltare più in alto, o semplicemente star bene, è fondamentale prenderci gusto.

Solo così la dieta potrà essere davvero simile alla parola greca da cui deriva, “diaita”, ovvero modo di vivere!”

Ringraziamo il Dott. Cannataro per la cortesia e la passione delle sue risposte, invitando i nostri lettori della zona di Cosenza a contattarlo per un piano di nutrizione personalizzato.

Perché, come ha detto Roberto, non importa essere sovrappeso per migliorare le proprie abitudini alimentari!

Contatta il nostro Partner della Settimana!

Cerca tra i nostri Partner SmanApp: aziende d’eccellenza per tutte le tue esigenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *