Istruzioni per una primavera responsabile

La fine dell’inverno ci rende più propensi a uscire di casa, saltare a bordo dell’auto per fare viaggi ed escursioni nel fine settimana. Ma attenzione: la primavera è una stagione imprevedibile!

Ah, la primavera! I fiori che sbocciano, la natura che rinasce, il freddo che si attenua…

Dopo tante giornate chiusi in casa, finalmente possiamo programmare qualche escursione nel weekend, un picnic, una giornata al mare (anche se magari senza ancora mettersi in costume…).

Ma io, qui, nella mia veste di Automobilista Responsabile, sono tenuto a fare il Grillo Parlante e frenare almeno un po’ del vostro primaverile entusiasmo.

La stagione di passaggio, infatti, è tra le più insidiose per chi sta al volante, a causa di vari fattori.

1. Percezione del pericolo

Si pensa che le strade ora siano più sicure, meno a rischio di trovare ghiaccio o pioggia, e tendiamo a rilassarci.

Niente di più sbagliato: l’imprevisto è sempre dietro l’angolo, meglio restare sempre concentrati.

2. Piogge improvvise

La primavera è il momento in cui è più facile essere colti di sorpresa da un’acquazzone, con tutte le conseguenze del caso, dalle strade scivolose all’acquaplaning e alla mancanza di visibilità.

3. Grandine

In questo periodo dell’anno non è ancora escluso il rischio di cali di temperatura repentini e brevi grandinate.

La grandine può creare grossi problemi durante la guida, sia dal punto di vista della tenuta di strada che dei possibili danni – in casi estremi – ad auto e persone.

In caso di grandine, il consiglio è uno solo: se possibile non muoversi in auto.

4. Pozzanghere

Nelle aree in cui d’inverno sono presenti normalmente ghiaccio e neve, è il momento del disgelo.

Questo porta a frequenti aree con profonde pozzanghere che possono creare qualche problema sia alla tenuta di strada che… agli sfortunati pedoni che rischiano una doccia integrale se non vi accorgete della pozza!

5. Ciclisti

Con l’aumento della temperatura, le biciclette si moltiplicano.

Questo impone al guidatore un’attenzione supplementare, visto che i ciclisti non sono protetti come chi guida l’auto e anche un incidente lieve nel loro caso può portare a conseguenze gravi se non catastrofiche.

6. Animali in strada

La fine dell’inverno non riguarda solo i fiori che sbocciano e i ciclisti che tornano a pedalare! Anche gli animali selvatici emergono dal letargo e tornano attivi.

Per chi guida, il risultato è un supplemeno d’attenzione nelle strade di campagna, in caso di attraversamento di cinghiali, cervi, ricci, istrici, caprioli e altro ancora.

7. Ghiaccio

Anche se la maggior parte delle pericolose lastre invernali si è sciolta, ancora non è detto che sia svanito tutto, specie nelle strade di montagna o poco frequentate.

Mantieni la distanza di sicurezza, guida lentamente quando la strada sembra bagnata, rallenta con prudenza agli incroci.

8. Sabbia e sale

Nelle zone d’Italia in cui neve e ghiaccio sono frequenti è comune l’uso di sabbia e sale.

Durante il disgelo, è facile imbattersi in strade con residui di sabbia sull’asfalto.

In questo caso, c’è da tenere conto di un maggior tempo di frenata: meglio aumentare un po’ la distanza di sicurezza.

9. Guidatori della domenica

D’inverno, specie di notte, chi non deve proprio guidare evita volentieri di farlo.

Con la primavera, tutti riprendono le loro abitudini sociali, anche chi guida solamente nel fine settimana e, di solito, non è particolarmente avvezzo a farlo.

PS: Attenzione agli anziani col cappello!

E quindi…

Per affrontare queste problematiche, il consiglio è il solito di sempre: guidare sempre concentrati e e fare una buona manutenzione dell’auto a fine inverno, in particolare freni, luci, tergicristalli e pressione degli pneumatici. Un piccolo check di base, per non avere sorprese.

Ora che ho espletato il mio ruolo di guastafeste, posso solo augurare una buona primavera a tutti e tanti splendidi weekend di sole e picnic, e farmi perdonare per tutti questi consigli un po’”seriosi” ricordandovi (anche se è un post dell’anno scorso) la nostra sempre fantastica playlist di primavera perfetta per guidare in un bel weekend in campagna.

Una splendida primavera a tutti da SmanApp!

Fonti di riferimento

Anche a primavera, ricordati di attivare SmanApp, per ricevere segnalazioni in tempo reale della presenza in strada di gruppi di runner, ciclisti, pedoni, disabili, lavori in corso, incidenti o altre potenziali cause di rischio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *