Emilia in bicicletta: due ruote in città

Ferrara, città bike-friendly per eccellenza

L’Emilia Romagna è una delle regioni dove la bicicletta è più utilizzata. Scopriamo qualche itinerario cittadino particolarmente adatto alle due ruote!

Le città emiliane sembrano fatte apposta per la due ruote… e in effetti è proprio così.

Non è un caso che questa regione sia in cima a tutte le classifiche italiane per uso della bici, e che una delle immagini più iconografiche della regione sia proprio quella dei simpaticissimi Don Camillo e Peppone che pedalano insieme.

Vediamo insieme le piste ciclabili più importantidelle principali città emiliane, per una vacanza che unisca arte, attenzione all’ambiente e… tante calorie buttate giù per fare spazio alle eccellenze gastronomiche del territorio.

Non vorrete mica rinunciare a prosciutto, culatello, lambrusco, cappelletti e parmigiano, vero?

Parma

Una rete di piste ciclabili di 107 chilometri, con 14 percorsi diversi che uniscono il centro alla periferia.

Il centralissimo viale Toschi, a due passi dalla stazione, ospita un punto bici dove noleggiare la vostra compagna di viaggio a prezzi davvero modici.

Si consiglia di scaricare la app Pedal Up, per poter avere una panoramica delle attrazioni della città da visitare, con mappa delle piste ciclabili e indicazioni di ogni tipo per il visitatore.

Piacenza

Le ciclabili qui sono una cinquantina solo in città, senza contare i tantissimi percorsi nella provincia.

Anche in questo caso nei pressi della stazione puoi noleggiare il tuo mezzo per una cifra giornaliera irrisoria: 3 euro e 50.

Reggio Emilia

Tantissime piste ciclabili anche a Reggio, che offre ben quattro punti di noleggio bici, a soli quattro euro al giorno: Via San Pietro Martire, Stazione e due parcheggi auto, quello in via Cecati e quello presso l’Ex Foro Boario.

Anche a Reggio è attiva Pedal Up: si consiglia di scaricarla.

Modena

Modena ha una rete che copre la bellezza di 190 km, che comprende sia la città che itinerari urbani o naturalistici in provincia.

Sul sito della provincia ci sono tantissime informazioni e itinerari per personalizzare la vostra esperienza a due ruote.

Bologna

12 chilometri di pista ciclabile urbana per il capoluogo della regione, tutte scaricabili online o visualizzabili con la app VeloBò, sviluppata appositamente per le esigenze dei bolognesi e dei visitatori.

Ferrara

Chiudiamo con la città dove la bici è in assoluto padrona: Ferrara è un esempio virtuoso di gestione del traffico e di incentivo alle due ruote.

I percorsi, in questa provincia, non si contano. Citiamo almeno i quattro urbani (lungo le mura, Ferrara Sud e centro, centro storico e luoghi ebraici, Addizione Erculea.

Tra i percorsi extraurbani (sei), va citata almeno la pista ciclabile più lunga d’Italia, che si sviluppa lungo l’argine destro del Po: 124 km pianeggianti e adatti a grandi e piccini.

Ci piace molto anche il percorso all’interno del Delta del Po, luogo di grande fascino (e un bel po’ di umidità…) e quello che conduce al celebre Mulino del Po, uno dei pochi dove ancora si macina il grano come ai tempi dei nostri antenati.

Se poi avete tempo, energie e fiato da vendere, esistono anche via ciclabili che uniscono Ferrara ad altre città del nord, tra cui Venezia e addirittura Bolzano.

Vuoi approfondire? Clicca qui per la fonte di riferimento di questo articolo: contiene link a mappe dettagliate e pdf informativi.

Quando viaggi in bici, ricorda di scaricare SmanApp, per segnalare la tua presenza agli automobilisti ed evitare segnalazioni e incidenti!

SmanApp: la sicurezza a portata di click!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *