Emilia in bicicletta: 1 – Parchi e ciclabili

Una delle regioni più “bike friendly” d’Italia, in cui la tradizione della due ruote è antica e consolidata. Vediamo i percorsi migliori e più panoramici.

Una cosa che non ti può succedere, se percorri l’Emilia Romagna in bici, è annoiarti.

Dall’Appennino al Po, dal mare Adriatico ad alcune delle città più belle d’Italia, questa regione offre paesaggi sempre variegati.

Regione “intermedia” tra centro e nord Italia, ha anche notevoli variazioni climatiche. Per questo, la scelta del periodo in cui programmare il tuo viaggio in bici dovrà tenere conto della destinazione.

I pedalatori appenninici eviteranno l’inverno, mentre chi ama la pianura terrà conto del sole a picco e, magari, scarterà agosto.

Vediamo quali sono i percorsi cicloturistici più lunghi e affascinanti della regione.

Via Francigena

Questa antica strada di pellegrinaggio conosciuta anche come Eurovelo 5 parte dall’Italia Meridionale per arrivare fino in Gran Bretagna, e attualmente è una via molto frequentata da ciclisti e podisti.

Si trova a nord ovest della regione, raggiunge Piacenza e costeggia le colline verso sud-est per poi arrivare a Parma e procedere verso il valico della Cisa.

Ciclopista del Sole

Questa lunga ciclabile raggiunge l’Emilia Romagna in provincia di Modena, e raggiunge Bologna, risalendo poi verso il confine toscano, dove raggiunge il lago di Suviana.

Ciclovia Adriatica

Perfetta per gli appassionati di pedalate sul mare, segue tutta la costa, toccando Rimini, Marina di Ravenna e Comacchio, tra le altre destinazioni.

Eurovelo 8

Si parte da Piacenza (nella foto) correndo lungo il confine lombardo fino a Ferrara, città di ciclisti per eccellenza. Da qui si procede fino al Veneto.

Compiano nella Val di Taro

Percorsi brevi che portano a raggiungere destinazioni particolarmente suggestive come l’Eremo di Camaldoli o la Val Marecchia.

Ciclovie dei Parchi

Si tratta di ben dieci percorsi immersi nella natura, particolarmente adatti a chi ama correre nel verde, via dal traffico e dalla città.

Ci sono percorsi con vari livelli di difficoltà e, in generale, sono percorribili a tappe di una/mezza giornata.

Interessante la possibilità di raggiungere in treno tutte queste località, con indicazioni precise per i tragitti stazione-ingresso parco e apposite formule treno+bici previste da Trenitalia.

Per chi vuole conoscere in modo più dettagliato questi percorsi, consigliamo l’esauriente guida “Ciclovie dei Parchi- Guida agli itinerari ciclabili nelle aree protette dell’Emilia-Romagna” di Sandro Bassi.

I parchi dell’Emilia Romagna che prevedono una ciclabile sono:

  • Parco regionale dello Stirone e del Piacenziano
  • Parco fluviale regionale del Taro
  • Parco regionale dei Boschi di Carrega
  • Parco regionale dei Sassi di Roccamalatina
  • Parco regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa
  • Parco storico regionale di Monte Sole
  • Parco regionale Abbazia di Monteveglio
  • Parco regionale Vena del Gesso romagnola
  • Parco regionale fluviale del Trebbia
  • Riserva naturale orientata Cassa di espansione del fiume Secchia.

Fonti di riferimento

Altri percorsi su

Viaggi in bici? Ricordati di scaricare SmanApp, per segnalare la tua posizione sulla strada agli automobilisti ed evitare distrazioni o incidenti.

SmanApp è la prima app per la sicurezza stradale degli utenti deboli della strada.

SmanApp: la sicurezza a portata di click!

Se ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *