Mugello GP Run: accetta la sfida!

Si avvicina l’ormai classica 10 km che si svolgerà sul percorso dello storico Autodromo. Un’occasione per iniziare a correre o, per chi già lo fa, per alzare l’asticella!

Ci avviciniamo a un appuntamento ormai classico per gli amanti toscani (e non solo) della corsa: la Mugello GP Run.

Questa corsa molto speciale, arrivata alla settima edizione, si svolge presso una location davvero suggestiva: lo storico Autodromo Internazionale del Mugello, uno dei più begli impianti del mondo di questo tipo, che ospita tuttora una tappa del Moto GP Italia.

In Mugello si fa la storia!

Dall’inizio, nel 1914, questo scenario fu teatro di sfide epocali come quella del 1921, vinta da Enzo Ferrari (sì, proprio quell’Enzo Ferrari!): un pezzo di storia del mondo automobilistico e motociclistico italiano.

I percorsi previsti in questi luoghi abituati alle performance di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso sono due: una camminata ludico-motoria di 5 km e una gara competitiva di 10, 490 km.

Organizzato anche con la sponsorizzazione di  SmanApp, questo evento nella sua versione a 5 km potrebbe essere un ottimo primo obiettivo per chi ha voglia di cimentarsi nella corsa, mentre per chi corre già da un po’ può essere una sfida da affrontare per passare al secondo step: i 10 chilometri.

Ti ricordiamo che è possibile iscriversi alla Mugello Gp Run fino al 15 gennaio 2019 seguendo le istruzioni a questo link.

Dopo tale data sarà possibile iscriversi di persona sabato pomeriggio e domenica mattina direttamente presso Expo GP Run con quote maggiorate.

Con l’occasione, abbiamo deciso di tradurre (molto liberamente) un articolo sul tema del running per principianti, pubblicato a questo link

Si comincia… ma perché farlo?

“Quando, anni fa, i decenni passati sul divano hanno cominciato a farsi sentire, e la distanza tra la realtà e il mio peso forma si è fatta drammatica, ho deciso di perseguire un obiettivo ambizioso: correre i primi 5 chilometri.

Questo è il primo passo per i principianti del running, oltre a seguire una dieta più salutare.

Una precisazione importante: i runner sono sempre principianti, anche i più esperti.

Prima sei un principiante dei 5 km, poi dei 10, poi delle mezze maratone, poi delle maratone, e così via. Il limite lo decidi tu.

A scuola di running!

La parte bella del running è che non smetti mai di imparare, trovi davanti a te sempre nuove sfide e nuove informazioni da assorbire.

Anche dopo aver corso molte maratone e ultramaratone, ti considererai sempre un principiante con una nuova, grande sfida davanti.

5 km: il primo step

Si comincia con un’attività di jogging leggero. L’unico consiglio da dare a chi si alza dal divano per la prima volta è: fai un passo alla volta, letteralmente. Non forzare, ma non perdere mai di vista l’obiettivo e, soprattutto, ricordati che la parte più difficile è il primo passo.

Può darsi che tu ci stia girando intorno da mesi, ma finché non calzi le scarpette e cominci, tutto ti sembrerà maledettamente difficile. Quindi il primo consiglio è il più semplice: vai, apri quella porta!

Fino a 10 km

Se hai già affrontato la sfida con i cinque chilometri, sei pronto ad affrontare il prossimo passo.

Se stai correndo per dimagrire, probabilmente hai visto i primi risultati e vuoi insistere.

La parola d’ordine di questa fase è: sfida te stesso.

La cifra “10” è magica: superata questa puoi cominciare effettivamente a considerarti un runner!

Mezza maratona

La distanza prevista per la mezza maratona è 21 chilometri

Per raggiungere questo traguardo, assai rilevante anche a livello simbolico visto che siamo a metà del percorso per cimentarci in una vera maratona, occorre dedicare molto più tempo, pianificare un programma di allenamento e rispettarlo.

I benefici per la salute sono immensi, ma lo è anche la fatica e la disciplina necessaria per gestire questo tipo di attività.

La keyword in questo caso è: tempo e pianificazione.

Maratona

Ormai da tempo correre è una parte della tua vita. I tuoi amici e la tua famiglia ti riconoscono come runner.

Tra le domande frequenti, ormai, la più comune è “quando correrai una maratona?”

La vera domanda che devi farti, però, è un’altra: sono pronto a farlo?

Pianifica con attenzione i tuoi allenamenti e scegliti l’obiettivo più iconico e speciale di tutti: la Maratona di New York!

Ultra Maratona

Il limite, come dicevamo, lo scegli tu.

La maggior parte dei runner, se accennerai all’idea di correre un’ultramaratona (che poi, tecnicamente, è qualunque tipo di corsa competitiva che superi i 42,195 km della maratona), ti guarderà come se fossi pazzo… ma chiunque lo abbia già fatto ti dirà che è solo un’altra normalissima, per quanto faticosa, sfida con te stesso.

Stavolta la chiave è: motivazione. È qualcosa che ti interessa fare davvero?

Trail

Sfuggiamo alle piste e immergiamoci nella campagna!

Con l’energia delle ginocchia sbucciate di quando eri bambino, sarà bellissimo affrontare sempre nuovi scenari.

Il trail è questo: eccitazione, luoghi imprevedibili, aria pura lontano dalla città.

Ovviamente, le condizioni del terreno sono tra le più diverse e variegate, e questo prevede un tipo differente di allenamento!”

Ti abbiamo convinto a partecipare alla 5 o alla 10 km? Ti aspettiamo alla Mugello GP Run con  SmanApp!

Per chi vuole leggere l’articolo originale, il link qui.

Scarica SmanApp: la prima App che protegge gli utenti più deboli della strada, in particolare runner, ciclisti, pedoni e disabili, segnalandone la presenza agli automobilisti per evitare pericoli e incidenti. SmanApp: missione sicurezza!

Scarica SmanApp: la prima App per la tua sicurezza in strada!

Se ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *