10 consigli per correre d'inverno

Inverno: croce e delizia dei runner. Il momento in cui allenarsi diventa più faticoso, ma anche più “eroico”… sempre che si siano presi i giusti accorgimenti!
correre inverno
Sembra impossibile. Ieri ancora splendeva il sole e c’erano quasi 20 gradi… stamattina mi sono alzato e sono uscito, e il fiato si è trasformato in ghiaccioli.
Il problema è che, da qualche mese, ho preso l’abitudine di andare a correre per un po’, prima di entrare in ufficio.
Un’abitudine sana, ritemprante e tonificante. Almeno così credevo, fino a stamattina.
L’idea di cominciare a correre e sudare con 1 grado sopra lo zero mi ha fatto pensare per un attimo a un rapido, vile ritorno sotto le coperte, almeno per una mezz’oretta.
Ma poi mi sono fatto forza.
Per fortuna avevo letto qualcosa sull’argomento, e così ho provato ad applicare alcune semplici regole che secondo alcuni siti potevano rendere meno punitivo il temuto momento del running invernale. Eccole.

1. Datti una motivazione

In originale, il capitolo si chiama “Give yourself a carrot” (datti una carota).
Un modo pittoresco per dire la stessa cosa.
La “carota” migliore è fissare con un amico per la tua sessione di allenamento.
Tirare un bidone a te stesso è facile, agli altri un po’ meno.
Oppure stabilisci il tuo premio: una gustosa omelette, per esempio, che otterrai solo se riesci a correre almeno per un tot stabilito.
Ma il miglior premio è un altro: dì a te stesso “solo cinque minuti: se non resisto torno a casa”.
Vedrai che basterà quest’idea per incentivarti… e farti stare fuori molto più di quei cinque minuti.

2. Indossa le scarpe giuste

Scarpe, ma anche calzini.
Le scarpe e i calzini giusti sono quelli che ti tengono i piedi al caldo, ma che non ti fanno sudare. Un classico è il Gore-Tex.

3. Vestiti come se fosse più caldo

Vuoi stare al caldo ma senza sudare, altrimenti il sudore ti si congelerà addosso appena ti fermi.
La regola è vestirsi come se ci fossero circa venti gradi, il che significa avere un bel po’ di freddo quando cominci.
Ma durerà poco: appena ti sarai riscaldato, quel tipo di abbigliamento sarà perfetto.

4. Scegli vestiario fluo

D’inverno le ore di luce sono poche: è probabile che ti capiti spesso di correre con ben poca illuminazione.
Le strade bagnate di pioggia o innevate peggiorano la situazione e ti rendono ancora meno visibile dalle auto in arrivo.
Indossare capi d’abbigliamento riflettenti o fluorescenti è un buon modo per correre meno rischi, anche se ti fanno sembrare un albero di Natale.

5. Fai riscaldamento

La regola vale per tutto l’anno, ma nella stagione invernale è ancora più importante.
Un rapido riscaldamento deve far correre il sangue e attivare la circolazione, ma senza arrivare a sudare.
Fai qualche rampa di scale, o qualche movimento di yoga.
Il fatto è che (sembra un gioco di parole ma è così) il freddo è meno freddo… se hai caldo!

6. Tieni conto del vento

Comincia a correre controvento e finisci con il vento alle spalle.
È molto meglio, visto che alla fine dell’allenamento sarai senz’altro più sudato.
Considera anche la possibilità di darti delle apposite pomate sulla pelle più esposta del naso e delle guance, per evitare danni alla pelle dovuti al gelo e, in caso di vento forte, se puoi, corri in ambienti più riparati, per esempio tra gli edifici.

7. Rendi flessibili i tuoi allenamenti

Quando fa molto freddo, è consigliabile evitare di fare una sessione unica.
Molto meglio, per esempio, spezzare il tuo allenamento in due, una parte la mattina e una la sera, in modo da 
non accumulare troppo gelo tutto in un colpo solo.

8. Cambiati rapidamente

Ad allenamento finito, cambiati subito i vestiti.
Tutti, da capo a piedi.
Copriti i capelli con un telo asciutto e caldo e bevi qualcosa di bollente, per esempio una zuppa, in grado di riscaldarti e di integrare contemporaneamente sodio e proteine consumate.

9. Preparati alla pioggia

Tieni in auto un cambio di scarpe, qualche asciugamano, un abbigliamento completo da running per cambiarti… e qualche sacchetto di plastica da mettere sulle scarpe per tenerle asciutte anche se prendi una pozzanghera.
Se torni a casa con le scarpe bagnate, fai delle palle di carta di giornale e inseriscile dentro la calzatura fino in fondo, dopo aver tolto le solette: la carta assorbirà l’umidità durante la notte.

10. Corri in gruppo

Correre in compagnia è sempre piacevole, d’inverno lo è ancora di più: in gruppo è più facile affrontare le intemperie… ed è più divertente lamentarsene!
Fonti:

Anche d’inverno ricorda di attivare SmanApp, per controllare i tuoi progressi (velocità, distanza percorsa, calorie bruciate) e segnalare la tua presenza agli automobilisti sulla tua strada. Con SmanApp la sicurezza è a portata di click!

Scarica SmanApp

la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *