Andare a cavallo: un toccasana per il corpo e per la mente

C’è stato un tempo in cui tutti andavano a cavallo.
Copia di wordpress (90).png
Prima dell’automobile, del furgone, dell’autobus, il cavallo era il fedele compagno dei viaggiatori di ogni epoca.

Il nobile quadrupede era il principale mezzo di trasporto: serviva a viaggiare da soli, a trainare carichi di mercanzia, a portare diligenze cariche di persone. Insomma, prima dell’avvento del motore a scoppio, gli uomini dipendevano dai cavalli per quasi tutti i tipi di spostamento via terra.
Oggi, al contrario, l’equitazione non è più una necessità: si è trasformata in sport e in attività ricreativa.
Una volta superata la naturale soggezione per questi animali possenti e dotati di grande forza fisica, l’equitazione porta grandi vantaggi fisici e psicologici: basti pensare che i cavalli vengono usati nelle terapie per i bambini con disabilità mentali.
Vediamo allora i maggiori benefici di quest’attività antichissima e suggestiva.
Consapevolezza del proprio corpo
Oltre a rinforzare i muscoli di gambe, braccia, addominali e glutei, andare a cavallo migliora la stabilità e il coordinamento. Più si cavalca, più il corpo impara a muoversi come una cosa sola con la nostra cavalcatura, scoprendo muscoli di cui non sospettavamo nemmeno l’esistenza.
Pensiero rapido
Gestire e condurre un animale così potente è un modo per allenare la mente. Dovrai imparare a utilizzare soluzioni nuove e metterle in pratica velocemente, adattandoti alle caratteristiche dell’animale.
Coordinamento
Ci sono molti movimenti che devono essere eseguiti contemporaneamente, per guidare correttamente il cavallo. Esistono programmi di equitazione terapeutica proprio per aiutare pazienti con problemi di coordinamento.
Portamento
L’equitazione è un esercizio isometrico, cioè utilizza muscoli specifici per rimanere in determinate posizioni. In questo caso lo scopo è mantenere la posizione a cavallo in modo equilibrato.
La postura in equitazione è fondamentale e, grazie all’allenamento, migliorerà anche nella vita di tutti i giorni. Per questo motivo cavalcare era un’attività molto amata dagli aristocratici: insegnava ad avere un portamento elegante e distinto.
Flessibilità
I cavalieri devono abituarsi a regolare la propria posizione sulla cadenza e sui movimenti del cavallo. Quest’esercizio, oltre a migliorare la muscolatura, rende il corpo più flessibile.
Esercizio mentale
Coordinarsi con un altro essere vivente, tra l’altro molto più forte di noi, porta grandi benefici alla mente. Il vostro obiettivo dev’essere solo uno: cavalcare. Per questo si dice che l’equitazione favorisca la meditazione, aiutando a liberare la mente dai pensieri inutili e a fare pace con se stessi.
Autostima
Riuscire a farsi rispettare da una creatura pesante mezza tonnellata è già un bel modo per migliorare la propria considerazione di sé. Se poi ci si aggiunge il fascino di un’attività che ci fa tornare bambini facendo volare l’immaginazione dai cavalieri antichi ai cowboys del Selvaggio West… beh, il gioco è fatto!
Prendere decisioni rapide, saper essere composti ed eleganti quando richiesto, saper gestire situazioni d’emergenza, sviluppare la leadership senza perdere la capacità di fare squadra, imparare ad affidarsi agli altri, lavorare per obiettivi. Tutti i benefici di cui abbiamo parlato sono caratteristici dell’equitazione, ma ben si prestano anche alla gestione di un’azienda.
Per questo i maneggi hanno visto moltiplicarsi, negli ultimi anni,  le richieste giornate di training aziendale per manager e dirigenti. Insomma, andare a cavallo non sarà forse indispensabile ma è sempre più di moda!
Quando sei a cavallo, utilizza la funzione “Equitazione” di SmanApp! Cliccando sulla prima icona arancione in basso a destra, quella con il runner stilizzato, si aprirà una schermata in cui scegliere la tua disciplina preferita. In una sola applicazione avrai a disposizione tantissime funzioni, fondamentali per le tue escursioni a cavallo, tra cui altimetro, contachilometri, calorie consumate, cronometro e mappa del percorso.
Inoltre, in caso di emergenze (per esempio se tu o il tuo cavallo avete avuto un incidente, o vi siete persi) con la funzione SOS puoi inviare una richiesta d’aiuto geolocalizzata a un numero di tua fiducia. Infine, SmanApp offre un’utile torcia lampeggiante per segnalare la propria presenza di notte, in caso di necessità.


Scarica SmanApp

 la Prima App Per la Tua Sicurezza Stradale

footer-blog


Se ti è piaciuto, condividilo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *